mum1605e
Sabato 5 aprile

MUM @ AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA

dove

AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA - Sala Petrassi -
Viale Pietro De Coubertin, 30, 00196 Roma

orari
Botteghino 20.00 | Concerto 21.00
biglietto
18 EURO + D.P.
acquista online

Torna dopo alcuni anni una delle band più rappresentative della fertile e talentuosa scena islandese
i MúM , che presenteranno dal vivo l’ultimo album “Smilewound”, distribuito dalla storica etichetta elettronica berlinese Morr Music.

condividi
comunicato stampa

Sabato 5 aprile
Ausgang Produzioni presenta:
MUM
@ Sala Petrassi – AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA
Viale Pietro De Coubertin, 30, 00196 Roma

*inizio concerto ore 21.00 puntuali*
INGRESSO 18 EURO + D.P.
PREVENDITE : https://www.listicket.com

MUM
Non c’è bisogno di essere Freud per considerare i denti una “questione delicata”. Possono darti un aspetto gioioso oppure doloroso, come sulla copertina del nuovo album dei Múm, che ci mostra entrambi gli stati allo stesso tempo. Come “Yesterday was Dramatic – Today Is Ok ” (2001) , “Finally We Are No One” (2002) e “Sing Along To Songs You Dont Know” (2009), “Smilewound ” è l’ennesimo esempio della capacità della band di giocare con gli ossimori e sfruttare l’energia che si crea attraverso la tensione tra gli opposti. Più scarno nel suono rispetto ai suoi predecessori, “Smilewound” è un’opera ariosa e rilassata, capace di mischiare il synth-pop ad atmosfere più bucoliche. Musicalmente, l’abilità dei Mùm di costruire brani giocosi, pregni di ornamenti elettronici intorno a melodie semplici, è più consolidata che mai. Non c’è da stupirsi che artisti agli antipodi – come la regina della dance-pop Kylie Minogue – abbiano voluto collaborare coi Mùm in “Whistle “, canzone inserita tra l’altro nel film del 2012 “Jack & Diane”, diretto da Bradley Rust Grey. Registrato, tra gli altri luoghi, nel rifugio della band, una vecchia casa colonica baltica (in particolar modo sul tavolo della cucina, dopo cena), l’album è stato prodotto dai Mùm stessi. Ed essendo loro da sempre un collettivo che ruota attorno a sè e si evolve, non sorprende affatto il ritorno nel gruppo dell’ex membro Gyda. Definire i satelliti come parte del nucleo si adatta benissimo alla propensione della band islandese, e alla sua ambivalenza – ed è in realtà proprio questo il fascino dell’album.

SITO UFFICIALE : http://mum.is/

FACEBOOK : https://www.facebook.com/mumtheband

about artist
CONSIGLIATI
FACEBOOK
TWITTER